domenica, Aprile 14, 2024
ArticoliChakraMeditazione

Aprire il chakra del cuore – asana e meditazione

Il quarto chakra Anahata, è il centro delle emozioni e dei sentimenti. Rappresenta la libertà e l’espansione, la felicità, la pace, l’armonia, l’amore, l’empatia, la chiarezza, la purezza, la compassione, la gentilezza e il perdono. Se il chakra del cuore è in equilibrio dona la capacità di entrare in sintonia con gli altri e con l’ambiente e al tempo stesso ci consente di provare amore puro e incondizionato.
Niente come il chakra Anahata in equilibrio ci porta vicini ad uno stato di grazia e di gioia indipendente dagli eventi esterni.
Nulla può turbare la quiete di un cuore colmo di amore e fiducia nell’universo! Mai come oggi la vita mette a dura prova il nostro chakra del cuore, creando una frattura tra noi e l’energia universale il cui carico di amore e positività viene occultato da chi ha dimenticato persino se stesso, annegando nella rabbia e nello sconforto che si autoalimentano a causa del bisogno di intervenire nella vita degli altri con i propri dogmi e le proprie certezze inviolabili.
Ed ecco che il chakra del cuore va in squilibrio, le nostre emozioni si confondono, i nostri pensieri non sono più un mezzo di condivisione e confronto che genera energia positiva, ma diventano un’affermazione del proprio ego che vuole e pretende la ragione assoluta. Si lascia prevalere la rabbia, l’arroganza, l’inquietudine profonda e la sensazione di non essere capiti, che sfociano nella tristezza e nella disperazione.
Aprire il cuore all’amore e alla compassione, anche verso chi si percepisce come nemico e vedendolo come qualcuno che, come ogni essere sulla terra ha un suo compito da portare a termine, nel bene o nel male, porta grandi cambiamenti. Chi ha un chakra del cuore in equilibrio attraversa senza paura qualunque tempesta, cerca soluzione ai problemi risolvibili, ma lascia andare quelli che non hanno soluzione. Qualunque desiderio espresso da un cuore puro e gioioso si realizzerà.

Man mano che ci si avvicina ai chakra più alti, allontanandoci dall’elemento terra, cresce la necessità di intervenire non soltanto a livello fisico, ma anche a livello spirituale. Il cammino può essere breve o può durare una vita, ma solo il fatto di intraprenderlo genera il cambiamento.

 

ESERCIZI E ASANA PER APRIRE O RIEQUILIBRARE IL CHAKRA DEL CUORE
L’asana che più di tutte contribuisce all’apertura del chakra del cuore è Bhujangasana

Scopri di più su Bhujangasana

Bhujangasana

Rotazione delle braccia

ESERCIZIO 1

In piedi, solleva le braccia all’altezza delle spalle, aprendo il torace con una profonda inspirazione. Ruota il busto a destra e a sinistra, mantenendo l’apertura del torace. Puoi eseguirlo molto lentamente o anche in modo più veloce, ma sempre prestando attenzione a mantenere il movimento fluido e morbido.

La bellezza dell’esercizio in questione è che può essere eseguito in qualunque momento si abbia a disposizione un attimo di tempo e un piccolo spazio pari alla larghezza dell’apertura delle braccia. Dona immediatamente una leggera euforia, dovuta all’aumento dell’ossigenazione e alla stimolazione indiretta del meridiano del polmone che scorre lungo le braccia. Eseguire fin quando non stanca e non annoia percependo le sensazioni che ne derivano.

ESERCIZIO 2

Partendo dalla posizione precedente, descrivete dei piccoli cerchi con le braccia, molto velocemente.

Tutti gli esercizi e asana che aprono il torace, aiutano a riequilibrare il chakra del cuore, ma nulla ha lo stesso potere della scintilla di amore e compassione che nasce dal nostro centro e si espande ad abbracciare l’universo intero in un grande immenso respiro.

COME APRIRE IL CHACKRA DEL CUORE – Esercizi, asana e meditazione

Meditazione – L’albero dei desideri

E’ una forma di meditazione potente che spesso fa emergere desideri che niente hanno a che fare con quelli che crediamo di avere. La cosa più bella è che una volta preso atto di quali siano i reali desideri questi si avverano proprio perchè arrivano dal profondo del cuore.

Puoi leggere e memorizzare questi passaggi oppure puoi registrare lo scritto e  metterti in ascolto

Sdraiati comodamente e chiudi gli occhi. Fermati ad osservare il respiro per qualche istante, inspira ed espira.

Rilassa ogni muscolo, sentendo il corpo farsi più pesante e sprofondare nel pavimento. Inspira…..espira….il respiro diviene più lento e regolare….

Ascolta il battito del tuo cuore e pensa che ad ogni battito il sangue irrora ogni fibra del tuo corpo.

Segui il flusso di sangue carico di ossigeno che viene pompato dal cuore e dal petto si diffonde nelle spalle, nelle braccia, fino alla punta delle mani

Poi dal ventre, attraversa il bacino, scende nelle gambe trasportando ossigeno ed energia, fino alla punta dei piedi.

Continua a respirare lentamente, senza forzare in alcun modo.

Il cuore è un albero sacro che espande i suoi rami in tutto il tuo corpo e oltre verso l’universo prendendo aria, vita e ossigeno anche dall’esterno, per ricondurla al centro.

Stabilizzati nel tuo centro, mentre il tuo cuore espande i suoi rami, respira nel cuore e sentine la gioia, il dolore, le emozioni. Senti i desideri che sgorgano dal tuo cuore, la tristezza, i sogni irrealizzati, la malinconia, le lacrime o la speranza, la contentezza…ascolta semplicemente e stai ad osservare. Lascia che qualunque sensazione tu provi cresca dentro di te, sentile pulsare nel corpo con i battiti del cuore, dentro…fuori e respira…

Immagina l’albero di cui sei il nucleo che ospita uno stormo di colombe bianche ognuna delle quali porta con sè un desiderio. Concentra la tua attenzione su una di esse, immaginandola fisicamente sul vostro cuore e lascia che sia lui ad esprimere il vostro desiderio. Se nella tua mente appaiono immagini ben precise va bene, ma non cercarle, lascia che emergano da sole. Vivi un momento di comunione con la colomba sul tuo cuore.

Resta ancora qualche momento in ascolto, poi lascia andare la colomba, congedala e dimenticatene. Se dal tuo cuore è emerso un desiderio, tutto si muoverà in quella direzione perchè si avveri appena i tempi saranno maturi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.