L’ energia vitale

Energia vitale

Ogni essere vivente ha un campo energetico multidimensionale che lo avvolge.Non siamo soltanto un corpo fisico, ma energia in movimento. Siamo fatti di corpi di luce sottili che controllano e condizionano il corpo fisico e che a loro volta subiscono modificazioni dall’esterno.

I singoli corpi sottili possono essere variamente sviluppati e funzionanti nelle persone, a seconda del loro livello evolutivo. Nel normale stato di veglia i corpi sottili sono strettamente legati al corpo fisico, mentre in altri stati di coscienza questi legami cambiano. Ad esempio, nel sonno senza sogni corpo mentale e corpo astrale si separano da fisico ed eterico, mentre nel sonno con sogni l’astrale ristabilisce un parziale collegamento con questi ultimi. In certi stati patologici si può verificare una parziale fuoriuscita di uno o più corpi sottili da quello fisico, con stati allucinatori o demenza dovuta al mescolarsi di percezioni fisiche con percezioni eteriche o astra

Questa struttura rarefatta è formata da: corpo eterico, corpo astrale, corpo mentale e corpo causale.

l'energia vitale

Il corpo eterico

E’ il modello energetico che sostiene la nostra esistenza fisica. E’ composto da una sostanza eterica sottile (prana) organizzata in una una struttura ben definita di filamenti che riempiono interamente ogni parte del corpo fisico. Questi canali di luce chiamati nadi sono i veicoli dell’energia.

Ha la funzione di organizzare secondo un certo schema le sostanze e le funzioni degli organi del corpo fisico. E’ grazie alle sue correnti di energia se il cuore batte, i polmoni respirano, il sangue scorre e così via.   Quest’ultimo può anche essere percepito visivamente in certe condizioni di luce modificando la messa a fuoco degli occhi, e si presenta come una specie di nebbia luminescente bianco-grigiastra che segue la forma del corpo fisico sporgendo di alcuni centimetri.

Il corpo astrale o emozionale

ci permette di provare sensazioni, passioni, desideri ed emozioni  Ne sono dotati uomini e animali, mentre ne sono privi piante e minerali. Caratteristica del corpo astrale è la sua capacità di proiettarsi nello spazio  non essendo sottoposto alle stesse limitazioni cui è sottoposta la materia fisica.

Il corpo mentale e corpo causale

La struttura mentale dell’uomo  è composta dal corpo mentale, preposto alla formazione del pensiero concreto, e dal corpo causale, che permette la formazione del pensiero astratto. L’attività mentale consiste nella proiezione di forme-pensiero, che sono delle vere e proprie entità viventi temporanee costituite da sostanza mentale che hanno una forza e una durata proporzionale all’intensità con la quale sono state create e vengono alimentate. I pensieri hanno una loro struttura e consistenza. Caratteristica delle forme-pensiero è la loro tendenza a plasmare la materia fisica. Questo significa che un pensiero generato con intensità e ripetuto a lungo nel tempo, tenderà a creare successivamente una realtà fisica corrispondente, mentre un pensiero vago e non ripetuto non darà luogo a manifestazioni fisiche di rilievo.

L’ energia vitale (prana) scorre attraverso i meridiani che sono migliaia situati in ogni parte del corpo.

I canali principali (Nadi) sono tre: IDA, PINGALA e SUSHUMNA,  attraverso essi scorre una grande quantità di energia in senso ascendente e discendente.

Attraverso la respirazione (pranayama) possiamo controllare il flusso del prana che viene regolato da vortici rotanti chiamati chakra.

I chakra sono centri di energia idealmente allineati lungo la colonna vertebrale fino al capo.

I Chakra  collegano il corpo spirituale a quello fisico.

Oltre alle loro funzioni fisiche, i chakra immagazzinano e distribuiscono energia e informazioni

MOVIMENTO DELL’ENERGIA VITALE

L’energia vitale nasce da un punto che si trova circa 2 o tre cm. sotto l’ombelico, secondo la tradizione cinese si chiama HARA.

L’Hara può essere paragonata ad un pozzo dove l’energia fluisce continuamente, da qui viene distribuita nei chakras ed anche al corpo fisico. Essa scorre nei meridiani.
L’energia che fuoriesce dall’Hara, per andare a nutrire i chakras, e formare i corpi sottili,  subisce delle distorsioni che creano uno squilibrio energetico con conseguente malfunzionamento dei chakra dando origine a disturbi o patologie.
Attraverso il trattamento dei chakra e dei meridiani si cerca di ripristinare l’ equilibrio energetico di cui l’ essere umano ha bisogno per vivere in salute e in armonia con se stesso e con la vita.

I meridiani principali

I meridiani e l’energia vitale

Respirazione addominale

I sette chakra 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.